fbpx

Curiosità in cucina: 8 cose simpatiche sulla cucina italiana

La cucina italiana è conosciuta in tutto il mondo per la qualità delle materie e la bontà dei piatti, semplici eppure sempre raffinati. Ecco per voi alcune curiosità sulla cucina italiana che forse non sapevate:

1. Sapevate che si parla degli spaghetti in un documento del 1154? Il geografo arabo Al-Idrin, descrive il tryha, un cibo prodotto a Palermo, come un particolare alimento in forma di fili a base di farina

2. Il termine pasta trae le sue origini dal greco πάστα (pàsta), traducibile con farina con salsa, e forma sostantivata del verbo pàssein, ovvero impastare.

3. La pizza ha dato origine a un fenomeno sociologico. In sociologia infatti si parla di effetto pizza quando un fenomeno locale ha successo prima all’estero che nel paese d’origine, dove torna da protagonista in un secondo momento.

4. Un uovo di struzzo pesa fino a 1,5 kg: l’equivalente di 25 uova di gallina. Si potrebbe fare una frittata per 12 persone!

5. La pizza è il piatto italiano più conosciuto al mondo.

6. Il dolce italiano più amato nel mondo è il Tiramisù

7. A proposito del Tiramisù, sapevate che ne esistono ben 40 ricette? Da quella vegana a quella con la frutta.

8. Le lasagne erano conosciute già nel I secolo a.C. sembra che ne abbiano parlato già Orazio e Cicerone

E voi quante curiosità conoscete sulla cucina italiana?

Scopri le altre curiosità sul nostro blog, clicca qui.

curiosità in cucina

Curiosità in cucina: 8 cose simpatiche sulla cucina italiana

La cucina italiana è conosciuta in tutto il mondo per la qualità delle materie e la bontà dei piatti, semplici eppure sempre raffinati. Ecco per voi alcune curiosità sulla cucina italiana che forse non sapevate:

1. Sapevate che si parla degli spaghetti in un documento del 1154? Il geografo arabo Al-Idrin, descrive il tryha, un cibo prodotto a Palermo, come un particolare alimento in forma di fili a base di farina

2. Il termine pasta trae le sue origini dal greco πάστα (pàsta), traducibile con farina con salsa, e forma sostantivata del verbo pàssein, ovvero impastare.

3. La pizza ha dato origine a un fenomeno sociologico. In sociologia infatti si parla di effetto pizza quando un fenomeno locale ha successo prima all’estero che nel paese d’origine, dove torna da protagonista in un secondo momento.

4. Un uovo di struzzo pesa fino a 1,5 kg: l’equivalente di 25 uova di gallina. Si potrebbe fare una frittata per 12 persone!

5. La pizza è il piatto italiano più conosciuto al mondo.

6. Il dolce italiano più amato nel mondo è il Tiramisù

7. A proposito del Tiramisù, sapevate che ne esistono ben 40 ricette? Da quella vegana a quella con la frutta.

8. Le lasagne erano conosciute già nel I secolo a.C. sembra che ne abbiano parlato già Orazio e Cicerone

E voi quante curiosità conoscete sulla cucina italiana?

Scopri le altre curiosità sul nostro blog, clicca qui.

matteo no comments

10 curiosità e falsi miti della cucina italiana

10 curiosità e falsi miti della cucina italiana

La cucina italiana è famosa in tutto il mondo, tanto che la sua diffusione su vasta scala ha dato vita a stravaganti reinterpretazioni delle sue ricette più tipiche e ha alimento la proliferazione di miti e curiosità. Vediamone alcuni!

5 curiosità sulla cucina italiana che si sottovalutano

1. Quando salare l’acqua della pasta

L’eterno dilemma: prima o dopo che l’acqua arrivi all’ebollizione? In teoria si sala l’acqua solo dopo perché il contenuto di sale andrebbe a rallentarne il processo. Molti, però, salano appena mettono la pentola sul fuoco per evitare di dimenticarsene! Minuto più, minuto meno non cambia molto. Da evitare, invece, lo sbaglio di dare anche solo un minuto in più alla pasta in pentola!

2. Bere l’acqua prima del caffè

Il caffè al mattino è una tradizione italiana irrinunciabile, ma non tutti sanno che è più sano bere un bicchiere d’acqua prima del caffè. Questo perché quando ci svegliamo siamo disidratati ed il caffè è un diuretico. Un bicchiere di acqua invece rappresenta un’abitudine salutare perché va a equilibrare i livelli di idratazione prima di assumere il rituale caffè.

3. I primi spaghetti nella letteratura

La prima menzione scritta degli spaghetti in letteratura, più precisamente nelle cronache di viaggio, risale al 1154, quando il geografo arabo Al-Idrin giunse a Palermo e descrisse un piatto tipico che qui si consumava: il tryha, un cibo costituito da fili fatti con farina di grano, gli antenati dei nostri spaghetti!

4. Il nome della mozzarella

Nel dialetto napoletano il termine “mozzare” significa tagliare, che nella lavorazione della mozzarella indica una precisa fase della sua preparazione. La prima registrazione di questa parola risale al 1570, quando lo scrittore Bartolomeo Scappi cita in un libro dedicato alla cucina regionale un formaggio locale, la mozzarella, destinato a diventare celebre in tutto il mondo.

5. Storia e cucina

Quando ci riferiamo alla cucina italiana pensiamo a una tradizione con profonde radici storiche. Ma a volte dimentichiamo che negli ultimi secoli la varietà degli ortaggi è stata incredibilmente arricchita da un fatto che ha sconvolto non solo la storia ma anche la gastronomia d’Europa: la scoperta dell’America. Peperoni, patate, pomodori, mais e zucca sono entrate nella nostra dieta gradualmente solo dal XVI secolo in poi. Fa riflettere, no?

5 falsi miti sulla cucina italiana

1. Pepperoni pizza

Famosissima all’estero, la pizza con la salsiccia chiamata Pepperoni, nella penisola in realtà non esiste. Al massimo c’è la pizza con i peperoni, ma per avere la salsiccia da noi bisogna chiederla in aggiunta!

2. Fettuccine Alfredo

Ecco un altro piatto celebre all’estero, ma quasi sconosciuto qui in patria: le fettuccine Alfredo. Condite con burro e parmigiano, fuori dall’Italia passano per un primo piatto tipico.

3. Il ketchup sulla pasta

Ok, è sempre una salsa di colore rosso, ma il ketchup non ha nulla a che vedere con la salsa di pomodoro. Non c’è nemmeno bisogno di spendere altre parole, i veri amanti della passata capiranno.

4. Il riso o la pasta come contorno

Quando si è in viaggio fuori dal Bel Paese a volte capita di trovare un piatto con vari ingredienti accompagnati da una porzione di pasta o di riso come contorno. In Italia la pasta e il riso non sono mai un contorno, ma sono sempre serviti come primo piatto. Qualsiasi altra fantasiosa commistione non fa parte della nostra gastronomia tradizionale!

5. La pasta con il pollo

Sui bizzarri condimenti della pasta all’estero si potrebbe scrivere un libro. Tra questi c’è il pollo. Nelle nostre ricette non si è mai vista la pasta condita con pollo e piselli come se fosse un’insalata, eppure fuori dai nostri confini se ne vedono di tutti i colori!

Un’ultima curiosità sulla moka

Vi sarà magari capitato che qualche amico dopo un pranzo insieme si proponga di lavare i piatti e si accinga ad aprire e insaponare la moka appena usata. Ma è risaputo che la caffettiera non si lava! Per preservare il più possibile il gusto del caffè è bene sciacquare tutti i componenti della moka solo ed esclusivamente con l’acqua.

matteo no comments
trucchi cucina

Alcuni trucchi in cucina da non perdere

Ecco una carrellata di interessanti piccole curiosità e trucchi in cucina che non tutti conoscono per ottimizzare il gusto dei nostri cibi e, magari, per rimediare a qualche piccolo errore di preparazione:

1) Se scongeliamo il pesce immergendolo nel latte, non noteremo assolutamente la differenza con il pesce fresco.

2) Per chi confeziona marmellate in casa: lavare i recipienti versandovi acqua bollente e poi asciugarli bene con un phon per capelli e per mantenere elastica la gomma del coperchio, pulirla con un panno imbevuto di glicerina.

3) Se la minestra è troppo salata, immergervi per dieci minuti due o tre fette di patata cruda che assorbirà l’eccesso di sale.

4) Non conservare mai la farina in un luogo troppo umido poiché si ridurrebbe la sua capacità di lievitare.

5) Per ottenere più succo da un limone, immergerlo in acqua bollente prima di spremerlo.

6) I funghi secchi si conserveranno meglio mettendoli in un vaso con sopra uno strato di sale grosso.

7) Per attenuare l’odore sgradevole dato dalla cottura di cavoli o cavolfiori, aggiungere all’acqua di cottura un pezzo di pane raffermo.

8) Per togliere la pellicina dalle nocciole, occorre tostarle leggermente in forno e poi sfregarle energicamente.

9) Per cuocere meglio insalata belga o cavolini di bruxelles, incidere il torsolo con un taglio a croce.

10) Per sbucciare facilmente i pomodori, farli prima sbollentare per 30 secondi in acqua bollente.

11) Per sformare meglio il dolce, capovolgere lo stampo su un piatto e scaldarlo con un canovaccio immerso in acqua bollente e ben strizzato.

12) Per dare più sapore all’uvetta che usiamo per i dolci: ammorbidirla con un po’ di brandy.

13) Per dare più sapore all’uvetta che usiamo per i dolci: ammorbidirla con un po’ di brandy.

14) Per togliere il fastidioso odore che si forma in una teiera o caffettiera che non si usa da tempo: lavarla, asciugarla e lasciarvi dentro una zolletta di zucchero per un giorno. Nella sola caffettiera si può usare un cucchiaio di caffè in polvere.

15) Quando si rassodano le uova, toglierle dal frigorifero almeno due ore prima, si eviterà così di crepare il guscio gelato al calore del fuoco. Se invece il guscio è già incrinato, aggiungere all’acqua di cottura un cucchiaio di aceto, si eviterà che l’albume esca e si spanda nell’acqua.

16) Per spellare al meglio i peperoni: farli abbrustolire sul fuoco, chiuderli in un sacchetto di carta e ancora in una busta di plastica per dieci minuti in tutto, quindi pelarli e lavarli.

17) Per togliere l’odore di aglio dalle mani, strofinarle con il prezzemolo.

18) Per mantenere verdi i fagiolini in cottura, aggiungere un pizzico di bicarbonato, in alternativa aggiungere un pizzico di farina.

19) Per eliminare bestioline indesiderate nel cavolfiore, immergerlo in acqua per circa mezz’ora con un po’ di aceto e gli “ospiti” usciranno allo scoperto finendo nell’acqua.

20) Per salare bene le patatine fritte: scolarle dall’olio e metterle in un sacchetto di carta da pane, spolverizzarle di sale e chiudere il sacchetto scuotendolo ripetutamente. Il sale si distribuirà in maniera uniforme e l’unto verrà assorbito dalla carta.

21) Per togliere dalle mani lo sgradevole odore di cucina è sufficiente mettere un cucchiaio di senape nell’acqua tiepida in cui vengono lavate.

22) Per sgrassare perfettamente le stoviglie, usare l’acqua di cottura delle patate.

matteo no comments

Great service! Thanks to Francesco & the lovely staff! 😊

We came here for a quick dinner after a long trip. We have been served from Francesco, who’s delivered a great service all night. He really looked after us trying to communicate in english. Lovely place and quick service. Really suggesting this place. Thanks again to Francesco & the lovely staff.

Prenota il Tuo Tavolo
matteo no comments

Ristorante con Servizio Veloce e Preciso

Quasi tutti i Clienti parlano del nostro servizio impeccabile e vi spieghiamo il perché:

Nel nostro Ristorante per avere un servizio veloce e preciso stabiliamo delle linee guida a insegnare i dipendenti a rispettare tali indicazioni. In questo modo, il servizio sarà coerente e gli ospiti sapranno cosa aspettarsi.

I camerieri e tutto il personale devono sempre mostrarsi disponibili e discreti, in modo equilibrato e senza mettere a disagio gli ospiti.

Spieghiamo ai meno esperti il ruolo importante che svolgono, in ottica di ritorno e fidelizzazione del cliente.

I Camerieri mostreranno sempre un’attenzione particolare a tutti i clienti , abbiamo creato un un programma fedeltà, proponendo un premio al raggiungimento di una certa spesa.

Questo aiuterà, oltre ad aumentare la fidelizzazione, a tenere traccia delle preferenze dei singoli, a fare proposte coerenti e dare consigli utili, perché il cliente da noi è molto speciale.

Iscriviti al piano Fidelity

Uno sbaglio può sicuramente capitare, ma è vero che, se il ristorante dispone delle tecnologie adeguate, è molto raro che accadano errori sgradevoli o imbarazzanti (molto frequenti, invece, per chi utilizza ancora i classici bloc-notes).

Ecco il nostro segreto per avere un servizio veloce e preciso, se poi vorresti lavorare con noi clicca su

Alcune Recensioni su di Noi:

quello che dicono i clienti sul nostro servizio eccellente
Prenota il Tuo Tavolo
matteo no comments

Compleanno

Giovanni L ha scritto una recensione il 22 febbraio 2020

Locale molto bello e molto spazioso, sono stato invitato per il compleanno di mio cognato. Il menù molto ricco con una carrellata infinita di antipasti, dal freddo al caldo dal classico al moderno, poi la pizza bella, leggera, croccante e morbida allo stesso tempo, ingredienti di primissima qualità penso proprio che diventerò un loro cliente. Complimenti

matteo no comments

Location bellissima cibo eccezzionale

Mario D ha scritto una recensione il 24 settembre 2020

Ci siamo fermati per pranzare con la famiglia, siamo stati accolti dal titolare, (persona squisita) che dopo averci fatto accomodare ci ha consigliato dei piatti di pesce. (buonissimi). Antipasti misti di pesce tra crudo e cotto, caldi e freddi circa 8 portate ,orecchiette gamberi e frigitelli, frittura di calamari ,incluse bevande e caffe a soli 70€ due persone. Grazie per la bella esperienza culinaria ci rivedremo presto lo consiglio

Prenota il Tuo Tavolo
matteo no comments

La migliore Pausa Pranzo a Torremaggiore

La pausa pranzo al Ristorante Pizzeria Odissea di Torremaggiore è un momento di relax dove in poco tempo troverai tranquillità e una vasta scelta di piatti genuini e veloci.

Pausa Pranzo Ottima per noi Rappresentanti

Mastro Pugliese ha scritto una recensione il 6 novembre 2019

Cari colleghi Rappresentanti ecco il posto ideale per la nostra veloce pausa pranzo. Locale pulito, Ottima Ricezione (Tim) per gli ultimi recuperi di chiamate perse, credo ci sia anche WIFI free. Pizza a Pranzo davvero buona, sottile, friabile ai denti e molto ben condita. Mi sono lasciato consigliare una Top dal giovane proprietario, che non mi ha deluso. – Ottimi anche gli arrosticini…,credo la prossima volta proverò la carne. – Fanno anche dei primi particolari con attenzione ai prodotti locali e di stagione, ma non li ho assaggiati. – Prezzi onesti (15€ per pizza top, cola in vetro, 5 arrosticini, coperto e caffè) e servizio rapido ed impeccabile. – Proprietari disponibili, gentili, ospitali e professionali. Ci tornerò sicuramente quando lavorerò in zona.

Prenota il Tuo Tavolo
Pausa Pranzo servita al prezzo del self-service
matteo no comments